Awakening Spirit Radio

Social Network Revolution!

Nota: Leggere attentamente prima di proseguire la lettura

L'8 febbraio 2021 doveva essere il termine entro il quale tutti gli utenti WhatsApp avrebbero dovuto accettare i nuovi termini del servizio e l'informativa sulla privacy sulle modalità di trattamento dei dati personali e sul modo in cui le aziende possono usare i servizi di Facebook per gestire le chat di WhatsApp, azienda proprietà di Facebook dal 2014.
Da quella data WhatsApp avrebbe dovuto iniziare a condividere con la casa madre Facebook tutti i dati degli utenti: nomi, foto del profilo, numeri di telefono, contatti, marca, modello e relative caratteristiche dello smartphone usato, il sistema operativo (Android o iOS) e perfino la compagnia telefonica .
Gli utenti che non avessero accettato tali condizioni non avrebbero più potuto utilizzare WhatsApp .

Gli utenti più svegli, quelli che leggono le notifiche che gli arrivano prima di premere il pulsante "accetta", cioè quelli che firmano i contratti prima di aver letto tutto attentamente, sono insorti minacciando di cancellare WhatsApp, Facebook ed Instagram, tutti di proprietà di Mark Zuckerberg, per passare a social e applicazioni di messaggistica istantanea alternativi.

Visto il crescente numero di utenti che hanno lasciato le piattaforme di Mark Zuckerberg e l'accerchiamento mediatico che si era venuto a creare, WhatsApp ha ritenuto opportuno di spostare la scadenza al 15 maggio senza cambiare di una virgola le nuove condizioni d'uso .

Ma non è tutto! Mark Zuckerberg venderà ad aziende terze, cosa che già fa con Facebook ed Instagram, i nostri dati personali intascando miliardi di dollari (1) sulle nostre spalle !!!

Purtroppo non è solo una questione di privacy e d'interessi economici ma di libertà di pensiero!

Accade spesso che Facebook, ma anche l'altro noto social Twitter, censurino post che alcuni utenti cercano di pubblicare, non ultimi quelli riguardanti il Coronavirus e l'ex presidente americano Trump.
É vero che in rete circolano numerose fake news ma chi sei tu che tramite un algoritmo stabilisci se un'informazione è vera o falsa? La verifica dell'attendibilità di un qualsiasi contenuto la dobbiamo fare noi utenti perché è questo che bisogna fare nella vita: il discernimento!
Altrimenti a cosa ci serve il cervello se non a separare le orecchie?

Invece i social network sono diventati un pollaio dove si pubblica qualsiasi cosa prima di verificarla in un continuo starnazzare di opinioni e false informazioni.

Direte: ma gli algoritmi ci semplificano la cernita!

Eh no!!! Questa è una lama a doppio taglio! Perché chi controlla il controllore?

Siamo continuamente influenzati dai mass media, ed i social network ne fanno parte, e quindi il rischio è quello che la nostra mente venga manipolata attraverso informazioni veicolate e mirate per manovrarci come marionette dall'élite che detiene il sistema!

Ecco cosa diceva il veterano commentatore televisivo Howard Beale nel celebre film Quinto Potere del 1976 diretto da Sidney Lumet:

L'unica verità che conoscete è quella che ricevete alla TV.
La TV è la loro Bibbia, la suprema rivelazione.
La TV può creare o distruggere presidenti, papi, primi ministri…
La TV è la più spaventosa maledettissima forza di questo mondo senza Dio.
E poveri noi se cadesse nelle mani degli uomini sbagliati.
Voi fate tutto quello che vi dice la TV:
Vi vestite come in TV, mangiate come in TV,
tirate su bambini come in TV, persino pensate come in TV!

Togliete il termine TV dalla citazione qui sopra esposta e sostituitela con social network, Facebook, Twiteer... e capitere meglio il rischio che stiamo correndo.

Tutto questo per dirvi che non accettiamo più tali condizioni e che abbandoneremo entro il 15 maggio WhatsApp e tutti i social a cui siamo iscritti (Facebook, Twitter, Instagram e Cam.TV per altri motivi) e toglieremo dal sito ogni riferimento ad essi per passare a piattaforme alternative garanti della privacy, gratuite e senza pubblicità.
Per ora rimaniamo solo su YouTube che a differenza della politically incorrect degli altri è più "onesto". Almeno se sei bravo condivide parte dei guadagni con te. Per ora il gioco vale la candela.

Continuate a seguirci su:

- MeWe, un social network simile a Facebook ma migliorato e che ha tra le sue priorità quella di proteggere la privacy e restare senza pubblicità: https://mewe.com/join/ilrisveglio ;

- Minds, un social network open source e decentralizzato in cui gli utenti vengono premiati con dei token Minds (2) per i contributi alla comunità, cioè per il solo fatto di partecipare al servizio e di utilizzarlo. Il progetto lanciato dal team di Minds è liberare il mondo social dalle ingerenze che provengono dalle multinazionali e riportare in auge: privacy, riservatezza e controllo, senza consegnare nelle mani di alcun potente un numero illimitato di utenti che cadono nella rete: https://www.minds.com/ilrisveglio?referrer=ilrisveglio ;

- PixelFed l'alternativa open source ad Instagram dove non esistono algoritmi per gestire la visibilità dei contenuti (le foto vengono mostrate con ordine cronologico), non ci sono annunci pubblicitari, con un attenzione primaria sulla privacy degli utenti e senza la compressione delle immagini. Questo è il link https://pixelfed.social/ilrisveglio .

- Signal, un'applicazione di messaggistica istantanea gratuita ed open source simile a WhatsApp, cioè che consente di effettuare chat e chiamate audio-video crittografate, ma i cui gestori non raccolgono i dati degli utenti neanche per finalità di marketing. Potete installarla sul vostro cellulare tramite questo link https://signal.org/install . Una volta installato la tua lista di contatti Signal ti mostrerà chi già utilizza l'app.

Bye Bye Mark Zuckerberg!

Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo
(Mohandas Karamchand Gandhi)

Antonio Manzo

1 Mark Zuckerberg si colloca costantemente tra le prime dieci persone più ricche del mondo, attualmente secondo Forbes è la quarta, con una fortuna del valore di 99,7 miliardi di dollari.

2 I token Minds sono dei token di utilità ERC-20 emessi sulla blockchain di Ethereum. I token possono essere utilizzati dagli utenti o da chi inserisce pubblicità per aggiungere visualizzazioni ai loro contenuti, con la logica 1 MIND = 1 View o per pagare utenti che decidono di ri-pubblicare sulla propria pagina un proprio contenuto o una pubblicità. Il token può essere anche utilizzato per effettuare classiche transazioni e per pagare l'abbonamento Premium.

08 feb 2021 / in Anime Ribelli


Kōan del giorno 「公案」

Tu sei là dove sono i tuoi pensieri. Fai attenzione che i tuoi pensieri siano dove tu vuoi essere. Rabbi Nachman di Breslov

Affiliato CSEN