Libri

07 ago 2018 / in Libri

L'arte di camminare

Per fare ordine nella propria vita

Quando l'uomo si è evoluto ha iniziato a pensare e a camminare in equilibrio su due gambe. Un equilibrio vitale fatto di luci ed ombre delle nostre giornate che sempre più viene messo a rischio in una società moderna, frettolosa, caotica e frammentata. Ma come riuscire a rimanere in equilibrio e stare al mondo senza lasciarsi schiacciare dai bisogni e dagli eventi, diventando protagonisti della nostra stessa esistenza?

Ce lo spiega Roberta Russo nel suo libro L'Arte di camminare. Per fare ordine nella propria vita pubblicato da Edizioni Terra Santa che offre al lettore un metodo olistico per cominciare a camminare con i piedi, la mente e l’anima in armonia con la creazione, il tempo e la vita, in grado di rimettere ordine nel caos e riportare calma e serenità.

Ma che cosa succede quando cominciamo a camminare un’ora al giorno nel verde di un parco… continua


Kōan del giorno 「公案」

Non appena ci siamo noi stessi liberati dai fraintendimenti del Sé, dobbiamo immediatamente risvegliare la nostra più riposta, pura e divina saggezza, che i maestri Zen chiamano la Mente del Buddha, o Bodhi, o Prajna. Essa è la luce divina, il cielo interiore, la chiave di ogni tesoro morale, la fonte di ogni potere e influenza, il luogo della gentilezza, giustizia, simpatia, amore imparziale, umanità e misericordia, la misura di tutte le cose. Quando tale interna saggezza è pienamente risvegliata, siamo in grado di capire che ognuno di noi in spirito, essenza e natura, si identifica con la vita universale o Buddha, che ognuno vive faccia a faccia con il Buddha, circondato dalla sovrabbondante grazia del Benedetto, e che Egli desta la sua natura morale, schiude i suoi occhi spirituali, svela la sua nuova potenza, stabilisce la sua missione, e che la vita non è un oceano di dolore, vecchiaia e morte, né una valle di lacrime, ma il sacro tempio del Buddha, la 'Pura Terra' dove noi possiamo attingere la benedizione del Nirvana.
Non si aprono le nostre menti a quel punto a una trasformazione totale? Non più la rabbia e l'odio ci opprimono, l'invidia e l'ambizione ci insidiano, il dolore e il rimpianto ci fiaccano, la malinconia e la disperazione ci sopraffano
Kaiten Nukariya