Awakening Spirit Radio

C'eravamo tanto odiati e invece…

Ecco in una sola foto tutto l'emblema marcio della politica italiana :

Da sinistra a destra Luigi Di Maio (M5S), Giuseppe Provenzano (PD), Gaetano Manfredi (PD), Vincenzo De Luca (PD) e Roberto Fico (M5S) tutti insieme appassionatamente felici e contenti sul carro dei vincitori alle comunali di Napoli.

Ricordiamolo: il Movimento 5 Stelle era nato come una libera associazione di cittadini antipolitica, antipartitica, anticasta, antieconomia … e antistaminc**a !!!

Avevano fatto credere agli elettori italiani che non si sarebbero mai alleati con nessuno e che il loro unico obiettivo era quello di riportare la politica al servizio ed al benessere dei cittadini coi loro 5 capisaldi: acqua pubblica, ambiente, mobilità sostenibile, sviluppo e connettività.

Dal "mai con questo" e "mai con quello" una volta persa la loro verginità politica, formando il primo Governo Conte con la Lega di Salvini, sono arrivati a "darla a chiunque" (perdonatemi la volgarità ma rende bene l'idea).

«Io - così dichiarava Luigi Di Maio a Uno Mattina, su RaiUno, a luglio 2019 - col partito di Bibbiano non voglio averci nulla a che fare. Io col partito che in Emilia-Romagna toglieva alla famiglie i bambini con l'elettroshock per venderseli, io non voglio avere nulla a che fare!»
Poi, appena due mesi dopo, insieme al suo movimento che fa? Forma col PD, il "partito di Bibbiano", ed altri partiti del centrosinistra il secondo Governo Conte, che è rimasto in carica dal 5 settembre 2019 al 13 febbraio 2021. E meno male che l'aveva ribadito per ben due volte che non voleva averci nulla a che fare.

Successivamente a settembre 2020 la candidata del Movimento 5 Stelle alla presidenza della Regione Campania, Valeria Ciarambino, ad Omnibus su La7, affermava in campagna elettorale che «in Campania mai potremmo allearci con chi è una sciagura per la Campania, peggio del Covid, e mi riferisco a De Luca». Tant'è che un anno dopo per coerenza che fanno? Formano una coalizione col partito di De Luca, il PD, per la candidatura di Gaetano Manfredi a sindaco di Napoli .

Sia da una parte, PD e centrosinistra, che dell'altra, M5S, tra querele e richieste di risarcimento danni non se le sono mai trattenute parole di disprezzo:

«(Un) Governo (con i) 5 Stelle, che non hanno mai fatto nulla nella loro vita, significherebbe un disastro per l'Italia», «questi (i 5 Stelle) sono in grado di governare niente», «mi auguro che non capiti mai all'Italia la disgrazia di dover fare un'esperienza di governo (con) brave persone con un bel taglio di capelli» Vincenzo De Luca (PD)

«Continuo a pensare che i 5 Stelle siano incompetenti», «per noi non ci sono accordi possibili con il Movimento 5 Stelle» Maria Elena Boschi (Italia Viva)

«Io, e lo dico davanti a tutti, e lo dirò per sempre: non intendo favorire nessuna alleanza o accordo coi 5 Stelle» Nicola Zingaretti (PD)

«Il Movimento 5 Stelle al Governo è una banda di scappati di casa, di imbroglioni. Mentono» Matteo Renzi (PD)

Per par condicio riporto anche le effusioni d'odio reciproco che nel tempo si sono scambiati il Movimento 5 Stelle e la Lega:

«Noi con la Lega non faremo nessuna alleanza. Sono culturalmente e geneticamente diversi da noi, quindi è impossibile», «quando sento parlare di alleanze con la Lega è fantascienza allo stato puro» Roberto Fico (M5S)

«(Con) quei chiacchieroni incapaci che si dimostrano i 5 Stelle, non ho niente a che fare», «nessuna alleanza possibile coi 5 Stelle», «i grillini fanno pena», «Grillo piglia per il culo gli italiani», «purtroppo per i 5 Stelle quando passano dalle parole ai fatti son disastri» Matteo Salvini (Lega)

E poi si fanno chiamare onorevoli… ma cosa c'è di così onorevole nel tradire le promesse fatte a milioni di elettori? Assolutamente nulla!!!

Oramai la democrazia, come se la situazione attuale non fosse già abbastanza terrificante e disastrosa, è andata a farsi ulteriormente benedire. Appena il 54,65 % degli italiani alle ultime tornate elettorali si è presentato alle urne, ciò significa che un elettore su due non è andato a votare e che la democrazia si regge su una minoranza molto risicata di aventi diritto al voto e che si attesta sotto il 40 %.

Stiamo messi proprio male!

Capisco che si è continuamente delusi da questa classe politica, ma bisogna imparare a votare non i meno peggio ma i migliori!!! Cioè persone candidate che si conoscono, di cui ci si può davvero fidare e se non ce ne sono bisogna fare in modo che qualcuno di questi entri in politica e si metta al servizio degli altri.

Questa sezione del blog, Movimento Sadvipra , è nata con l'obiettivo di creare un movimento politico (e non un partito) (1) che porti nella società quello che in sanscrito viene definito karma yoga, karma significa azione e yoga unione, cioè azioni disinteressate, senza alcun attaccamento e senza alcun coinvolgimento da parte dell'ego, messe al servizio per il bene di tutti dove la moralità, la spiritualità e la sincerità sono i valori fondamentali che caratterizzano i sadvipra, un altro termine sanscrito con il quale s'intendono persone rette, equilibrate ed incorruttibili che sono allo stesso tempo grandi lavoratori, guerrieri, intellettuali ed imprenditori.

Se ti riconosci in questo nuovo modo di fare politica fatti avanti e progettiamo insieme questo nuovo movimento politico. Cerchiamo persone provenienti da ogni settore della società: educazione, sport, sanità, arte e letteratura, economia, esercito, giustizia… La sede già la teniamo. Scrivimi !

Antonio Manzo

1 Un partito fa politica in maniera verticale, cioè c'è un gruppo di persone che ha potere e che prende decisioni dall'alto, la popolazione in basso ha solo il compito di eleggere i propri rappresentanti, mentre un movimento è strutturato in maniera orizzontale, cioè stanno tutti sullo stesso piano rappresentanti ed elettori e le decisioni vengono in maniera collegiale da parte di tutti.

Fonti:
Di Maio al Pd: "Mai col partito di Bibbiano che toglie bimbi a famiglie". I dem: "Quereliamo"
Ciarambino (M5S): Vincenzo de Luca è peggio del COVID
De Luca vs Di Maio e M5S
Pd contro M5S e M5S contro Pd. Le frasi, prima del Governo Conte-bis
Nicola Zingaretti, il video definitivo che lo cancella: "Io lo dico davanti a tutti", una tragica figuraccia
Cosa si dicevano Lega e M5S prima delle elezioni

06 ott 2021 / in Movimento Sadvipra


Kōan del giorno 「公案」

Sono le azioni che contano. I nostri pensieri, per quanto buoni possano essere, sono perle false fintanto che non vengono trasformati in azioni. Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo. Mohandas Karamchand Gandhi

Affiliato CSEN