Un mantra per prevenire calamità naturali o catastrofi generate dalla follia umana e non solo…

Oṃ Tāre Tuttāre Ture Svāhā 「ॐ तारे तुत्तरे तुरे स्वाहा」 (lo si trova scritto anche nella versione Om Tare Tuttare Ture So Ha) è un mantra del bodhisattva* Tara, il cui nome significa "Stella" e che le si dà il significato di "Salvatrice", "Liberatrice", "Colei che fa giungere all'altra riva".

Per coloro che praticano il Buddhismo tibetano è molto importante recitarlo in meditazione, soprattutto quando si vuole ottenere protezione dal Divino per prevenire calamità naturali quali terremoti, inondazioni, eruzioni vulcaniche, uragani... o catastrofi generate dalla follia umana, guerre e atti terroristici.

Stiamo vivendo in periodo in cui le continue scosse sismiche nelle Marche avvertite fino in Umbria e che pian piano si stanno estendendo in tutta Italia (se ne registrano anche in Sicilia orientale, al largo di Palermo ed in Toscana) e gli scenari di guerra in Siria tra USA e Russia non fanno presagire a nulla di buono.

Il rischio di un'imminente catastrofe in Oriente od in Occidente è reale.

Quindi quale occasione migliore, ora, per recitare questo mantra, se non altro per i benefici che da esso ne derivano.
Ricordiamolo: la parola mantra è composta da man, che significa strumento, e da tra, mente, cioè strumento della mente per la liberazione dagli inganni dell'ego (di accaparrarsi beni materiali a scapito degli altri). E se consideriamo pure che si diventa ciò che si pensa allora perché non focalizzare i nostri pensieri su qualcosa di bello e di positivo?

Ma come si recita e cosa significa?

Per recitarlo basta ritagliarsi uno spazio in un luogo tranquillo e ripetere a voce alta o mentalmente, in maniera cadenzata, le parole di seguito in grassetto:

Oṃ: "Concedici le benedizioni del tuo corpo, della tua parola e della tua mente"
(Om simboleggia la parola, il corpo e la mente dei Buddha, i tre Kaya)

Tāre: "Aiutaci ad uscire dal ciclo delle morti e delle rinascite"
(rappresenta la liberazione della sofferenza e del Samsara, il ciclo delle morti e delle nascite dei regni inferiori)

Tuttāre: "Aiutaci a superare gli otto tipi di paura"
(Tara è energia ispiratrice per superare le otto paure interne e che sono: l'attaccamento, la rabbia, l'orgoglio, il dubbio, l'invidia, l'odio, le visioni distorte e l'avarizia.)

Ture: "Proteggici dalle sofferenze fisiche e mentali, in questa vita"
(Serve per lasciare andare i pensieri negativi e guarire dalle malattie fisiche conducendoci alla felicità e alla pace individuale.)

Svaha: "Concedici tutto questo, sin da subito!"
(Invia benedizioni che trascendono il tempo e rimangono nel cuore e nella mente)

Per facilitarvi il compito abbiamo preparato un video:

Anila Kumar 「अनिल कुमार」

* Bodhisattva è un sostantivo maschile sanscrito che significa "Essere (sattva) 'illuminazione' (bodhi)".

Fonti:
Terremoto Marche, nuova scossa 3.4: epicentro a due chilometri da Pieve Torina
Terremoto, due scosse nella notte al largo di Palermo e della Sicilia orientale
Terremoto oggi Toscana 11 aprile 2018, scossa M 3.6 in provincia di Grosseto / Dati Ingv
Terremoto, scossa di magnitudo 4.7: avvertito anche in Umbria "Terremoto, scossa di magnitudo 4.7: avvertita anche in Umbria"
Terremoto Italia, la terra sta tremando intensamente: il famoso esperto sismologo avverte, “ce ne saranno altre più forti”. Dichiarazioni integrali
"Tara Bianca e il Tantra Tibetano"
Significato del mantra "OM TARE TUTTARE TURE SOHA"

12 apr 2018 / in News


Kōan del giorno 「公案」

Non appena ci siamo noi stessi liberati dai fraintendimenti del Sé, dobbiamo immediatamente risvegliare la nostra più riposta, pura e divina saggezza, che i maestri Zen chiamano la Mente del Buddha, o Bodhi, o Prajna. Essa è la luce divina, il cielo interiore, la chiave di ogni tesoro morale, la fonte di ogni potere e influenza, il luogo della gentilezza, giustizia, simpatia, amore imparziale, umanità e misericordia, la misura di tutte le cose. Quando tale interna saggezza è pienamente risvegliata, siamo in grado di capire che ognuno di noi in spirito, essenza e natura, si identifica con la vita universale o Buddha, che ognuno vive faccia a faccia con il Buddha, circondato dalla sovrabbondante grazia del Benedetto, e che Egli desta la sua natura morale, schiude i suoi occhi spirituali, svela la sua nuova potenza, stabilisce la sua missione, e che la vita non è un oceano di dolore, vecchiaia e morte, né una valle di lacrime, ma il sacro tempio del Buddha, la 'Pura Terra' dove noi possiamo attingere la benedizione del Nirvana.
Non si aprono le nostre menti a quel punto a una trasformazione totale? Non più la rabbia e l'odio ci opprimono, l'invidia e l'ambizione ci insidiano, il dolore e il rimpianto ci fiaccano, la malinconia e la disperazione ci sopraffano
Kaiten Nukariya

Sede legale:
Associazione "Il Risveglio dell'Atman"
via De Liguori, 20 - Sarno (SA)